WORLD DIGITAL LIBRARY E UNESCO INSIEME PER AIUTARE A SUPERARE L’EMERGENZA COVID-19

In un periodo particolarmente difficile per il mondo intero, l'Unesco ha messo a disposizione di tutte le persone di accedere gratuitamente alla World Digital Library (WDL). Un progetto della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti, realizzato proprio con il sostegno dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la cultura e la scienza (UNESCO) e in collaborazione con biblioteche, archivi, musei, istituzioni educative e organizzazioni internazionali di tutto il mondo.

Il WDL mette a disposizione su Internet, oltre 20 mila documenti gratuitamente e in formato multilingue, importanti materie prime di tutti i paesi e culture.

Gli obiettivi principali del WDL sono:

  • Promuovere la comprensione internazionale e interculturale;
  • Espandere il volume e la varietà dei contenuti culturali su Internet;
  • Fornire risorse per educatori, studiosi e un pubblico generale;
  • Sviluppare capacità nelle istituzioni partner per ridurre il divario digitale all’interno e tra i paesi.

Il contenuto del WDL comprende libri, manoscritti, mappe, giornali, riviste, stampe e fotografie, registrazioni sonore e film. Gli articoli WDL possono essere sfogliati per luogo, ora, argomento, tipo di elemento, lingua e istituzione contribuente.

Ogni articolo sul WDL è accompagnato da una descrizione a livello di articolo che ne spiega il significato e il contesto storico. Ulteriori informazioni sugli articoli selezionati sono fornite dai video dei curatori.Tutti gli strumenti di navigazione, le informazioni bibliografiche (note anche come metadati) e le descrizioni dei contenuti sono disponibili in sette lingue: arabo, cinese, inglese, francese, portoghese, russo e spagnolo. I metadati e le descrizioni possono essere ascoltati su un’opzione di conversione da testo a voce disponibile per ogni elemento in tutte e sette le lingue dell’interfaccia.

Il contenuto è scelto per la sua importanza culturale e storica, tenendo debitamente conto del riconoscimento dei risultati di tutti i paesi e culture in un ampio intervallo di periodi di tempo.

Libri, manoscritti, mappe e altri materiali primari sul sito non sono tradotti ma presentati nella loro lingua originale. Più di 100 lingue sono rappresentate sul WDL, incluse molte lingue meno conosciute e in via di estinzione.

Il WDL sostiene la missione dell’UNESCO di sviluppo delle capacità nei paesi in via di sviluppo e cerca di lavorare con partner in questi paesi e finanziatori esterni per stabilire ulteriori centri di conversione digitale in tutto il mondo. Questi centri produrranno contenuti non solo per il WDL, ma anche per altri progetti nazionali e internazionali.

Ogni informazione sul sito ufficiale 

Immagine di copertina

Mappa geografica dell’Europa:

Questa mappa dell’Europa fu pubblicata in Brasile prima o poco dopo lo scoppio della prima guerra mondiale alla fine di luglio del 1914. La tabella nella parte superiore sinistra della mappa elenca la popolazione e le dimensioni degli eserciti e delle marine delle due alleanze concorrenti in Europa , la Triple Alliance e la Triple Intente. L’Italia è elencata come membro della Triple Alliance, insieme a Germania e Austria-Ungheria. L’Italia scelse di non rimanere nella Triplice Alleanza e alla fine si unì alla guerra nell’aprile 1915 dalla parte della Gran Bretagna, della Francia e della Russia. Il margine superiore sopra la mappa mostra i principali poteri coinvolti nella guerra: Germania, Italia, Gran Bretagna, Francia, Russia, Serbia e Austria-Ungheria ― con la bandiera, una fotografia del presidente o del sovrano al potere e della popolazione, in tempo di guerra la forza dell’esercito e la stazza della marina presentata per ciascun paese. I ritratti dei leader e le corrispondenti statistiche di altri paesi d’Europa sono mostrati attorno agli altri margini della mappa. La mappa è stata prodotta come pubblicità per la società di sigari e sigarette Souza Cruz di Rio de Janeiro (in cui la British American Tobacco ha acquisito una partecipazione di controllo nel 1914) e riflette l’interesse acuto con cui le persone in Brasile, come in altri paesi, hanno seguito gli sviluppi in Europa quando il continente si immerse in guerra. Il Brasile è stato l’unico paese del Sud America a dichiarare guerra alla Germania e l’unico paese dell’America Latina a partecipare militarmente alla prima guerra mondiale. Come gli Stati Uniti, il Brasile ha originariamente mantenuto una rigorosa neutralità nel conflitto tra le potenze alleate e centrali. Tuttavia, nell’ottobre 1917, in seguito agli attacchi dei sottomarini tedeschi su navi mercantili brasiliane, il Brasile entrò in guerra dalla parte degli alleati. L’esercito brasiliano non ha inviato truppe in Europa, ma la marina brasiliana ha aiutato a pattugliare il Sud Atlantico per sottomarini tedeschi. Il Brasile fu anche un importante fornitore di merci per gli alleati durante la guerra. Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.