L’ARCHIVIO STORICO DELLA BIENNALE DI VENEZIA (ASAC)

Archivio Biblioteca Biennale
L’Archivio Storico della Biennale di Venezia (ASAC) raccoglie i documenti e le collezioni legate alle attività dell’Istituzione dal 1895 ad oggi. Oltre all’attività di conservazione, catalogazione, inventariazione e ricerca, l’Archivio Storico mette a disposizione i propri fondi per studenti e ricercatori provenienti da tutto il mondo. Ogni direttore artistico dei diversi settori della Biennale (Arte e Architettura, Cinema, Danza, Musica e Teatro) è chiamato a progettare e curare piccole mostre con i materiali dell’archivio che vengono così ulteriormente valorizzati.

L’Archivio Storico si articola nell’Archivio propriamente detto e nella Biblioteca.

L’Archivio dal 2008 ha trovato la sua collocazione presso gli spazi del Parco Scientifico Tecnologico VEGA di Porto Marghera adeguatamente allestiti per ospitare i fondi archivistici e le collezioni garantendo, da un lato, condizioni microclimatiche ottimali ai fini della conservazione e, dall’altro, l’accesso agli studiosi per la consultazione. L’Archivio conserva documenti riguardanti le attività promosse dalla Fondazione, ai quali si affiancano materiali relativi alle arti a partire dalla fine dell’800. Si distingue per l’eterogeneità delle testimonianze e dei supporti, tra cui rassegne stampa, fotografie, carteggi, audiovisivi, partiture, opere d’arte, dischi in vinile, manifesti.

La Biblioteca dal 2009 è parte integrante del Padiglione Centrale ai Giardini. Specializzata sui temi delle arti contemporanee, con una particolare attenzione alla documentazione e all’approfondimento delle aree di attività della Fondazione, conserva tutti i cataloghi delle attività di Biennale e raccoglie materiale bibliografico inerente alle discipline di architettura, arti visive, cinema, danza, fotografia, musica, teatro. Grazie a un patrimonio librario di oltre 161.000 volumi e 3.200 periodici, è fra le principali biblioteche di arti contemporanee in Italia.

Una selezione di opera d’arte appartenenti al Fondo Artistico è esposta presso la sede centrale di Ca’ Giustinian a San Marco.

Anche presso l’Archivio Storico si sviluppa uno specifico progetto di College della Biennale: giovani studiosi saranno ospitati in residenza per assistere ai diversi festival e manifestazioni accompagnati da tutor. In un secondo momento saranno orientati in seminari per approfondire i temi legati ai programmi delle attività. Uno dei passaggi cruciali sarà la consultazione e lo studio dei materiali dell’Archivio che diventa così residenza per futuri critici.

Dal 2010 sono state realizzate insieme ai direttori artistici le seguenti mostre:

Il Teatro del Mondo di Aldo Rossi; Italia: 150 / Biennale: 116 – Tutti i manifesti di 116 anni di vita in Mostra; Video Medium Intermedium – Video d’artista degli anni settanta dalle collezioni dell’ASAC; Gli “Archi” di Aldo Rossi per la III Mostra Internazionale di Architettura 1985; 20 Anni di Maschere e Costumi – Mostra dalla collezione di bozzetti teatrali; Amarcord – Frammenti di memoria dall’Archivio Storico della Biennale; Riapparizioni. Corpi, gesti, sguardi dai palcoscenici della Biennale. Album dal 1934 al 1976; L’idea del corpo. Merce Cunnigham, Steve Paxton, Julian Beck, Meredith Monk e Simone Forti dall’Archivio della Biennale 1960-1976; 1999 – Una riproposta del percorso espositivo della mostra dAPERTuttO a cura di Harald Szeemann; Biennale Arte 2001 – Platea dell’Umanità curatore Harald Szeemann; Registe alla Biennale Teatro 1934 – 2016. Il Cinema in Mostra. Volti e immagini dalla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica 1932 – 2018; La Biennale per i giovani. College ed Educational 2008-2018; Le muse inquiete. La Biennale di Venezia di fronte alla storia.

Fonte: Biennale Venezia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.