ROGER FEDERER SUL TETTO DELLA LIGURIA

Se sali sul tetto di un palazzo per giocare con 2 giovani tenniste solo per il piacere di farlo non puoi che chiamarti Roger Federer. Non è nuovo infatti il pluricampione Svizzero ad iniziative solidali volte a sensibilizzare e ad avvicinare quanto più possibile il mondo dello sport alla beneficienza e a tutte le attività solidali.

L’idea è nata durante il lockdown, precisamente a Finale Ligure in provincia di Savona e ha visto Vittoria Oliveri e Carola Pessina, 13 e 10 anni, rispondere alle richieste del loro allenatore di Tennis che chiedeva le prove dei loro allenamenti durante il periodo di sospensione dell’attività sportiva. Stanche dei soliti esercizi casalinghi, decidono di giocare sui tetti di 2 palazzi distanziati circa 10-15 metri e il loro video girato per puro caso, diventa virale sul web nell’arco di pochi giorni venendo addirittura lanciato sui profili social dell’ATP. Quasi 9 milioni di visualizzazioni su Twitter in tre giorni diventando il video più visto della storia dell’Atp attirano l’associazione mondiale dei tennisti professionisti, compresi i pluricampioni Federer e Nadal. Da qui il noto brand Barilla, colpita dall’iniziativa delle due giovani (Vittoria e Carola), decide di sorprendere le ragazze facendole incontrare con Roger Federer su quegli stessi tetti dove tutto è nato, creando un piacevole e inaspettato siparietto. Le 2 giovani tenniste hanno avuto l’opportunità di vivere uno dei loro più grandi sogni: giocare una partita con il loro idolo, proprio lì, sui tetti di Finale Ligure dove tutto è iniziato. La leggerezza del campione svizzero unità alla spontaneità delle giovani tenniste ha reso questo incontro leggero e spensierato, a testimonianza delle grandi qualità umane di Federer.

Per concludere l’esperienza il 20 volte campione Slam, dopo essersi scattato qualche foto assieme a loro le ha invitate per uno Stage nell’accademia del suo eterno rivale e amico Rafael Nadal. Non stiamo parlando di un’accademia a caso infatti è da poco arrivata la notizia che Leo Borg, figlio di Bjorn, unico del tennis del passato, è approdato a Maiorca, presso la Rafa Nadal Academy dove inizierà un percorso di allenamento che ha il preciso obiettivo di dare una svolta alla sua carriera.

Tornando a Roger Federer, non sono nuove le sue iniziative sociali e solidali. Dalla Roger Federer Foundation, sua prima attività solidale, è giunto in Africa la bellezza di un milione di euro di aiuti e attraverso varie organizzazioni partner, 64 mila bambini e le loro famiglie hanno potuto ricevere sostegno sociale e alimentare. In una recente intervista ad un emittente araba infatti il campione svizzero ha dichiarato di avere l’Africa nel cuore. La sua fondazione è attiva in Zambia, Malawi, Zimbabwe e Tanzania e Federer stesso ha passato diversi giorni tra la gente del posto, nei luoghi in cui ha finanziato la costruzione di decine di scuole. A 39 anni, con il ritiro dal tennis giocato all’orizzonte, il campione sta già pensando di dedicare gli stessi sforzi profusi nel tennis ad attività legate alla fondazione per le popolazioni più bisognose, mettendo in prima linea l’istruzione in luoghi dove la modernità non è ancora passata.

Video

(Per R.F.O. Rossello Family Office di Cristina Rossello)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.