“LUNA ROSSA PRADA PIRELLI” IMPEGNATA NELLA LOTTA CONTRO IL COVID-19

La squadra di Luna Rossa Prada Pirelli, impegnata in questo periodo a Cagliari con gli allenamenti in vista della prossima America's cup di Vela che si terra nel 2021 in Nuova Zelanda, aderisce ad un piano di riduzione degli stipendi per andare incontro e uniformarsi alla situazione economica che sta colpendo in questo momento l’Italia e il resto del mondo.

Inoltre nell’ambito del progetto #storieaportechiuse il team mette a disposizione del pubblico tutti (o quasi) i segreti dietro alla progettazione dello scafo.

Il team Luna Rossa quindi devolverà parte della somma raccolta dalla cospicua riduzione degli stipendi agli ospedali sardi in lotta contro il Covid-19. La donazione verrà destinata alle strutture ospedaliere di Cagliari e dintorni nella lotta al coronavirus. Il totale consentirà l’acquisto tempestivo di cinque ventilatori polmonari per gli ospedali della ATS Sardegna impegnati nel ricovero di pazienti in condizioni difficili. Non solo, Il dipartimento tecnico del Team Luna Rossa Prada Pirelli è stato impegnato nella produzione di visiere protettive per andare ad integrare le forniture degli enti ospedalieri a Cagliari. Vogliamo esprimere la nostra vicinanza e gratitudine a tutti coloro che con grande impegno e coraggio ogni giorno sono in prima linea in questa battaglia epocale. Sono molto fiero di come il team ha reagito, queste importanti iniziative non sarebbero possibili senza l’aiuto di tutti così ha spiegato Max Skinner, skipper e team director.

A poco più di dieci mesi dall’inizio della Prada Cup – le regate di selezione degli Sfidanti alla 36^ edizione dell’America’s Cup – che si dovrebbe svolgere a partire dal mese di gennaio 2021 in Nuova Zelanda, per i team partecipanti il futuro presenta all’orizzonte molti dubbi e incognite. Secondo il programma ufficiale Il Match della 36^ America’s Cup si svolgerà ad Auckland, in Nuova Zelanda, dal 6 al 21 marzo 2021 e vedrà il Defender Emirates Team New Zealand sfidare il vincitore della Prada Cup Challenger Selection Series. Il Match del 2021 sarà preceduto da una serie di eventi preliminari, le America’s Cup World Series, che avranno luogo in specifiche località nel 2020. Successivamente i risultati dell’America’s Cup World Series decideranno gli abbinamenti per la Prada Cup Challengers Selection Series.

Considerando la situazione di emergenza che sta colpendo globalmente tutti i continenti, ad oggi nessuno può ancora avere alcun tipo di certezza in merito e tutto dipenderà da come evolverà la situazione sanitaria. Tutti i team concorrenti – l’America’s Cup Defender, Emirates Team New Zealand, il Challenger of Record, Luna Rossa Prada Pirelli Team (ITA), INEOS Team UK (GBR) e American Magic (USA)– dopo aver varato qualche mese fa i loro primi scafi, stanno portando avanti la progettazione e la costruzione delle seconde barche. Scafi che, grazie all’esperienza maturata con gli allenamenti e i test in acqua, potrebbero discostarsi da quelli già in acqua e che vedremo battagliare nelle acque di Auckland. Un lavoro che a causa del fermo produttivo di aziende, fornitori e cantieri, sta subendo consistenti ritardi, rendendo ancor più complesso il compito della squadra di poter arrivare pronta per le regate di Auckland del prossimo anno. Analoga situazione per l’allestimento delle basi a Auckland, eccezion fatta per quella dei padroni di casa.

#STORIE A PORTE CHIUSE

Il Team Luna Rossa Prada Pirelli ha da poco rilasciato un interessante filmato, nel quale viene ripercorso il processo che, partendo da un foglio bianco, ha portato alla realizzazione della prima imbarcazione Luna Rossa AC75 Quello scafo numero 1 che viene utilizzato dai ragazzi di patron Bertelli per lo sviluppo della seconda barca e per gli allenamenti nelle acque antistanti la sede del team, a Cagliari.

Questo filmato è un importante contributo di Luna Rossa nell’ambito dell’iniziativa social #StorieaPorteChiuse voluta dal Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano. #storieaportechiuse racconta infatti il Museo, le sue collezioni, i suoi laboratori interattivi, l’attualità scientifica, i dietro le quinte, gli archivi e depositi… con pillole videoimmagini documenti inediti.

Vedi Link 

L’idea principale è quella di mostrare cose che abitualmente non potrebbero essere viste, raccontandole in un periodo in cui la struttura museale non può essere fruita dal pubblico. Inoltre #storieaportechiuse è online tutti i giorni sui canali Facebook , You tube e Instagram del Museo, fino alla normale riapertura al pubblico.

Il format rimarrà sicuramente anche in seguito un appuntamento fisso, che sarà proposto con cadenza settimanale tutti i lunedì, giorno di chiusura, raccontando il dietro le quinte, i nuovi progetti, mostrando archivi, depositi, collezioni inedite e allestimenti in corso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.